potenziale umanoLa Piramide di Luce – Centro Culturale di Ricerca
Sede legale: Via Villaraspa, 28
36055 Nove (Vicenza)
Sede operativa: Via Sassoni, 26
Frazione Valnogaredo
35030 Cinto Euganeo (Padova)
E-mail: info@piramidediluce.net
URL: www.piramidediluce.net

Mauro Lando, una figura nota nell’ambiente delle Costellazioni Familiari, è il presidente dell’associazione La Piramide di Luce, il cui statuto e la cui letteratura fanno riferimento a una varietà di temi correnti nel mondo dei movimenti del potenziale umano e del New Age, dalle tecniche di rilassamento alle medicine alternative. Lo scopo di promuovere le “potenzialità mentali e spirituali dell’individuo” ha acquisito una speciale urgenza quando l’associazione ha abbracciato le teorie  che segnalano l’anno 2012 come quello di speciali eventi cosmici.

Convinta che nel 2012 le energie planetarie subiranno importanti modifiche che avranno uno dei loro centri in Italia, l’associazione ritiene che per ottimizzare la stabilità dei cinque maggiori punti energetici che sostengono la penisola italiana sia necessaria la costruzione di una particolare “struttura fisico-energetica”. Come forma ottimale è stata individuata quella della piramide, capace di concentrare energie telluriche, terrestri, mentali e cosmiche, e di fungere da portale per accedere a livelli vibratori elevati. Queste energie non possono – ancora, precisa l’associazione – essere misurate con strumenti scientifici, ma la prova della loro esistenza è data dai benefici fisici e mentali sperimentati dalle persone che vi si accostano.

L’associazione ha pure individuato come luogo ottimale per la costruzione di un piramide la località Valnogaredo di Cinto Euganeo (Padova), dove il 12 settembre 2010 è stata inaugurata la Piramide di Luce Veneta, alta sette metri e con una base di sette metri di lato. Le pareti sono formate da intercapedini di legno su cui sono apposte esternamente e internamente lastre di granito. Al suo interno trova posto qualche decina di persone.

Soprattutto nei weekend, la Piramide è meta di pellegrinaggi da parte dei seicento membri dell’associazione e anche di altre persone di ambienti del potenziale umano e del New Age, oltre che di semplici curiosi. Settimanalmente sono proposte meditazioni che utilizzano l’energia della Piramide, anche per particolari categorie di persone: donne incinte, fiorai, cuochi e così via. Durante l’estate del 2011 un conflitto con il Parco regionale dei Colli Euganei ha portato a un ordine di demolizione per abusi edilizi della Piramide di Valnogaredo e a una serie di ricorsi e controricorsi in tribunale. La vicenda giudiziaria si è conclusa il 19 settembre 2011, con la demolizione della Piramide di Luce. L’associazione, le cui attività proseguono regolarmente, precisa che “la struttura fisica non c’è più ma la parte energetica come il punto energetico restano attivi, l’energia continua a scorrere” e che “la Piramide sarà ricostruita al più presto” anche se il luogo della ricostruzione non è ancora definito.